La lista nozze: le 6 regole per farsi fare il regalo “giusto”

Liste nozze - Scritto da Anna B. il 11-May-15

Condividilo su


È una delle prime cose a cui bisogna pensare, richiede tempo e fatica e deve essere predisposta con una certa tempestività.

Stiamo parlando della lista nozze, quella che, come forse già sapete, dovrà essere pronta almeno cinque mesi prima del vostro matrimonio, di modo che sia già disponibile quando gli invitati riceveranno le partecipazioni.

Ecco le 6 regole da seguire per preparare la lista nozze perfetta:

1. Fare la lista nozze!

Sembra un suggerimento banale ma non lo è. Alcune coppie, che magari convivono già da anni e che hanno pentolame e stoviglie in gran quantità, oppure che non hanno il tempo di fare il viaggio di nozze, decidono di lasciare “liberi” i propri invitati riguardo a un possibile regalo.

Certo, anche secondo il galateo gli sposi non dovrebbero dare alcun suggerimento in proposito, ma i tempi sono cambiati e non fare la lista nozze significa spesso mettere in difficoltà amici e parenti facendoli arrovellare nel tentativo di capire cosa possa fare piacere agli sposini.

Inoltre, non esiste modo migliore di questo per ricevere imbarazzanti doppioni o regali inutili.

2bis.jpg

2. Proponete regali per tutte le tasche

Non siamo tutti dei nababbi e, soprattutto in questi tempi di crisi, dovete pensare che alcuni invitati potrebbero non essere in grado di farvi un regalo all’altezza delle vostre aspettative. Il bon ton, e anche il buon senso, richiederebbe che l’entità del dono non fosse inferiore al prezzo medio unitario che gli sposi spenderanno per pagare il banchetto. Nonostante questo, è sempre meglio lasciare alla sensibilità dei vostri ospiti, e alle loro possibilità economiche, la parola finale riguardo al budget da spendere senza giudicarli troppo nel caso questo risultasse un po' striminzito.

Non dimenticate poi che alcune persone, non invitate alla festa, desidereranno farvi un piccolo presente, per cui dovete fare sì che l’assortimento della vostra lista nozze sia davvero accessibile a tutti.

3.jpg

3. Personalizzate e “smaterializzate”

La maggior parte di parenti e amici ci tengono a farvi un regalo personale e unico. Di conseguenza, se la scelta per la vostra lista sarà, ad esempio, il viaggio di nozze, non smorzate l’entusiasmo dei vostri invitati chiedendogli di fare un mero bonifico all’agenzia viaggi. Al contrario, cercate di spezzettare le varie tappe del vostro itinerario di modo che ognuno possa regalarvene una: un soggiorno da sogno a San Francisco, la trasvolata in elicottero sopra al Gran Canyon, una capatina al casinò di Las Vegas e così via. Va detto che ormai sempre più agenzie viaggi, soprattutto quelle che predispongono la lista nozze su piattaforma digitale, hanno adottato questo approccio personalizzato al viaggio.

Tale orientamente però deve anche valere per le tante altre liste nozze, talvolta anche bizzarre, che sono ora a disposizione dei futuri sposi: la ristrutturazione della casa, il nécessaire per il bebè che sta arrivando, l’acquisto di una macchina sportiva, l’acquisto di oggetti di design, eccetera eccetera.

Collegato all’aspetto della personalizzazione è quello della “smaterializzazione”.

Non bisogna infatti dare l’impressione ai vostri ospiti di essere usati come dei “bancomat” per rimettere a posto, ad esempio, la casa al mare o per acquistare un quadro di valore che rappresenterà per voi un vero e proprio investimento.

Cercate allora di presentare il possibile regalo che vi verrà fatto nella veste più immateriale e fantasiosa che vi venga in mente. E allora la donazione non sarà, ad esempio, per la capote della Porsche che avete scelto di farvi regalare, ma per l’ebbrezza e le mille sensazioni entusiasmanti di un viaggio on the road a cielo aperto, e non per il lavoro di progettazione dell’architetto, ma per la mappa segreta del vostro nido d’amore, e così via.

4bis.jpg

4. Lista nozze 2.0 sì, ma con moderazione

Le nuove piattaforme digitali che consentono alla coppia di mettere online la propria lista nozze e agli invitati di postare foto e pensieri a loro dedicati sono uno strumento molto pratico, divertente e sempre più diffuso.

Grazie alla piattaforma digitale, inoltre, amici e parenti avranno anche l’opportunità “seguire” gli sposi durante le varie tappe del loro viaggio di nozze, indulgendo in una sorta di amichevole e discreto voyerismo che appassionerà un po' tutti.

Ricordatevi però che alcune persone di “una certa età” possono non avere una particolare predisposizione verso le nuove tecnologie digitali. Di conseguenza, il consiglio è quello di prevedere anche una seconda lista, magari limitata nell’assortimento, che agevoli le pratiche più tradizionali dei vostri amici e parenti un po' in là con gli anni.

5bis,jpg.jpg

5. Lista nozze on demand

Un’altra regola da rispettare è quella di non condividere i dettagli della vostra lista nozze a meno che non vi sia stato richiesto esplicitamente. Evitate dunque di spedire email di gruppo per comunicare le modalità per farvi il regalo o di scriverle addirittura sul cartoncino della partecipazione, magari con tanto di codice IBAN!

Certo, questa è una procedura comoda da punto di vista logistico, ma potrebbe essere interpretata come una forma di eccessiva cupidigia da parte degli sposi.

Abbiate dunque un po’ di pazienza e aspettate che amici e parenti facciano il primo passo in questo senso.

6bis.jpg

6. Non regalatevi… il matrimonio!

Forse la cosa vi stupirà ma alcune coppie decidono di mettere in lista nozze i contribuiti per organizzare il proprio matrimonio: addobbi floreali, noleggio automobile per gli sposi e, addirittura, maghi ballerini e giocolieri per animare il banchetto di nozze!

I tempi sono duri per tutti e capiamo quanto sia impegnativa, da un punto di vista economico, l’organizzazione di un evento così importante. Ma se volete risparmiare, optate allora per una cerimonia ristretta a pochi intimi, scegliete partecipazioni e bomboniere home made, valutate l’idea di un semplice happy hour anziché quella di un pranzo o una cena con tutti i crismi.

Perché qui non vi sono dubbi: un matrimonio low cost sarà comunque più apprezzato di uno destinato a essere rimborsato dagli invitati stessi!

L’unica cosa che potete concedervi, in questo senso, è quella inserire nella lista nozze dei “pacchetti di canzoni” che potranno essere donati agli sposi al prezzo simbolico di pochi euro e che potranno venire suonati durante il ricevimento.

Eccovi dunque le sei regole più importanti da sapere sulla lista nozze

Ah... ci sarebbe ancora un ultimo suggerimento: controllate spesso la lista nozze, così sarete in grado di ringraziare subito le persone che vi hanno già fatto il regalo, anche con una semplice telefonata.

Il rischio infatti è quello che, nel marasma dell'organizzazione matrimoniale, qualche ospite venga dimenticato…

7.jpg

  I vostri commenti su questo articolo


  Per inserire commenti devi registrarti
     Scrivere almeno 5 caratteri

  Articoli più letti da voi

Il mio dolce si

Eccola entra nella sala, maestosa, incantevole, lascia senza fiato.. è lei, la tanto ...


Tutti i colori del vostro sì

Il bianco, si sa, difficilmente potrà mancare in una cerimonia nuziale, ma se vole...


Trash the dress...osare sempre!

L'ultima tendenza che vede per protagonista l'abito da sposa arriva ovviamente dagli Stati...


La lista nozze: le 6 regole per farsi fare il regalo “giusto”

È una delle prime cose a cui bisogna pensare, richiede tempo e fatica e deve esser...


Wedding Bag...coccoliamoci

Un pò kit di benvenuto, un pò kit di sopra...


Wedding ed intrattenimento..non solo musica..

Dopo il fatidico momento del sì, dove esistono solo lo SPOSO e la SPOSA, arriva finalmente il moment...


Wedding on the beach… si può fare!

Vi presentiamo oggi una nuova tendenza, quella del ...


Il racconto del vostro amore

Quale donna non ha sognato, da bambina, di ...


Dimmi che sposa sei..che ti invento la festa!

L'addio al nubilato sarà la FESTA che la sposa ricorderà per tutta la vita o...


organizzazione matrimonio

Copyright  2014 Vogliosposarti.it - Piva 02648171201